19 Giugno 2024
Comunicati RegionaliNews

SIM CC: VICINANZA AI COLLEGHI AGGREDITI AD AFRAGOLA

Afragola. La segreteria Provinciale di Napoli del SIM CC denuncia l’ennesima aggressione a un Carabiniere nell’area partenopea. È deplorevole constatare la gratuità e la facilità con cui ogni giorno si portano a compimento gratuite e continue violenze contro i colleghi talvolta   anche liberi dal servizio. È quanto accaduto nella mattinata di ieri nei confronti di un carabiniere che trovandosi casualmente in un’agenzia bancaria di Afragola, libero dal servizio, è accorso in aiuto di una donna aggredita da due malviventi con l’intento di rapinarla. Il militare si è diretto contro uno dei due malviventi nel tentativo purtroppo vano di bloccarlo e sventare l’aziona criminosa, venendo però aggredito alle spalle dal complice che lo colpiva alla testa con il calcio di una pistola. Gli aggressori hanno così guadagnato la fuga riuscendo a dileguarsi mentre il collega, prontamente soccorso, è stato trasportato presso l’ospedale di Frattamaggiore dove è stato medicato con 10 punti di sutura al cuoio capelluto. Ancora una volta un operatore, armatosi di coraggio e fermezza, non ha esitato a mettere a rischio la propria incolumità per garantire la sicurezza del prossimo. Nella stessa mattinata sempre ad Afragola un altro episodio violento, questa volta in danno della pattuglia automontata della locale Stazione carabinieri, capeggiata dal Comandante. I militari, impegnati nell’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, venivano aggrediti con calci, pugni e morsi dal destinatario della misura, che dopo una forte colluttazione veniva bloccato e condotto in carcere. Proprio il comandante della Stazione riportava svariate ferite che richiedevano cure mediche prontamente ricevute sempre presso il vicino ospedale. Per questi motivi la segreteria provinciale del SIM CC Campania nell’esprime la più sentita vicinanza e solidarietà ai colleghi feriti, augurando loro una pronta guarigione, denuncia con fermezza le aggressioni subite dai colleghi che confermano nuovamente la crescita di analoghi episodi delittuosi, dove i nostri colleghi si trovano quotidianamente ad operare in situazioni decisamente rischiose.

È venuta l’ora dei fatti: sono necessari protocolli educativi che coinvolgano tutte le autorità operanti per una vera e propria azione preventiva, praticando un intervento correttivo alle attuali normative. Bisogna agire in maniera ferma sulla certezza della pena nonché attraverso il potenziamento degli organici delle forze dell’ordine, a garanzia di un controllo del territorio più intenso. Questa le due manovre che a gran voce, come segreteria provinciale di SIM CC Campania chiediamo con forza.

SIM CARABINIERI
Segreteria Provinciale di Napoli

 

Rispondi