15 Aprile 2024
News

Buona Festa della Repubblica

La Festa del 2 giugno è la festa di tutti gli italiani con la quale si celebra l’esito del referendum tenutosi il 2 e 3 giugno del 1946, a seguito del quale fu sancita la nascita della Repubblica Italiana. Ulteriore motivo di festa è l’introduzione – per la prima volta nella nostra storia – del suffragio universale, che ha così permesso a tutti i cittadini italiani, uomini, donne, di qualunque religione, censo e ceto sociale, di esprime la propria volontà.

La Festa della Repubblica è espressione della nostra identità nazionale, simbolo stesso dell’essenza della nostra Patria, raccolta attorno al Presidente della Repubblica sotto il manto protettivo del nostro amato Tricolore.

Simboli questi che, al di là di una falsa retorica, sono la struttura stessa della nostra società, rappresentano i tratti distintivi dell’orgoglio nazionale. Non a caso, infatti, dal 1950 fu inserita nelle celebrazioni della Festa della Repubblica, la gloriosa Parata Militare che negli anni precedenti ha visto sfilare orgogliosamente i nostri amati Carabinieri, tutte le Forze Armate italiane, le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana, il volontariato, i giovani del servizio civile e tutti gli uomini e donne delle più disparate compagini, che ci rendono fieri di essere italiani!

Come non riuscire ad emozionarsi davanti al tricolore che sventola dal Vittoriano, dal nostro Altare della Patria che custodisce le spoglie del Milite Ignoto? Come non inorgoglire quando la bellissima Lancia Flaminia Presidenziale accompagna il nostro Presidente della Repubblica sfilando per via dei Fori Imperiali, scortato dai Corazzieri?

E poi la pattuglia acrobatica delle Frecce Tricolore, che traccia con i fumi colorati la nostra Bandiera nazionale mentre sorvola la parata dei Reparti che rendono gli onori alle massime autorità civili e militari sul palco, in un tripudio di colori, uniformi, stendardi e bandiere che sfilano, scandite dalle fanfare e dai loro caratteristici inni storici. Un’unica parola descrive tutto questo: orgoglio Nazionale!

La Festa della Repubblica deve essere la Festa per eccellenza che ci accomuna tutti, oltre le divisioni ideologiche, la dialettica politica e partitica perché rappresenta un patrimonio democratico di tutti gli italiani, da custodire gelosamente, soprattutto in questo momento dove le polemiche sterili e inutili, le logiche miopi dell’interesse dei pochi, devono essere accantonate. Dovremmo forse apprezzare la capacità di altre nazioni, le quali, nonostante fortissimi frizioni interne, sebbene le accese contrapposizioni ideologiche, riescono ad identificarsi sotto i loro simboli di appartenenza nei quali si rispecchiano e scorgono la loro identità nazionale, facendo anche “fronte comune” rispetto alle minacce che provengono dall’esterno, agli attacchi verso il loro spirito nazionale. Quei simboli gridano al mondo che noi siamo l’Italia, noi siamo Italiani, dobbiamo convincercene tutti “stringendoci a coorte” come un’unica identità, con le normali e comprensibili dialettiche democratiche interne. Ma guai a chi mette in dubbio il nostro spirto nazionale! Almeno per un giorno, proviamo ad assaporare quel gusto profondo, vero, autentico ed identitario delle parole come “Patria, Nazione, Tricolore, Italia, Repubblica, Forze Armate”, perché nessun fratello o sorella italiana, dovrebbe mai permettere ad alcuno di impossessarsene, di farne appannaggio personale poiché, come detto, costituisce il nostro patrimonio identitario democratico, raggiunto con il sangue ed il sacrificio di uomini e donne, militari, civili, che hanno giurato di difendere con disciplina ed onore.

Buona Festa della Repubblica ed oggi, più che mai, Viva l’Italia!

SIM CARABINIERI
Riproduzione riservata ©

Rispondi