23 Aprile 2024
Comunicati SIM CCNews

Il diritto allo studio è inviolabile

ROMA – Sono giunte a questa segreteria nazionale più segnalazioni da parte di militari in forza al Comando Provinciale Carabinieri di Mantova, che lamentano la mancata concessione della prevista licenza straordinaria per sostenere gli esami universitari presso atenei telematici.

Se quanto segnalato non è un mero errore di comunicazione, ci troviamo di fronte ad un’evidente violazione dei principi sanciti nel “COMPENDIO NORMATIVO IN MATERIA DI CONCESSIONE DI CONGEDI, LICENZE E PERMESSI” (pubblicazione C14).

Atteso che qualsiasi tipo di licenza è un diritto inviolabile del militare, la sua “concessione” deve essere subordinata solo alla verifica della sussistenza dei requisiti. Una qualunque interpretazione estensiva di questo principio da parte del Comando Provinciale CC di Mantova sta creando un grave danno ai militari iscritti presso le università telematiche ormai equiparate per legge alle università tradizionali.
È chiaro, dunque, che tale condotta lede il principio stesso di diritto allo studio dei militari.

Alla luce di quanto detto, il SIM Carabinieri auspica che il Comando Provinciale di Mantova dia una corretta interpretazione alla C-14, titolo III – capitolo XIII, che regola, nell’ambito dell’elevazione culturale, appunto il “Diritto allo studio”, punto 2 lettera H. Questo sancisce in particolare che per la preparazione degli esami universitari possono essere attribuite e conteggiate, detraendole dalle 150 ore, le quattro giornate  immediatamente precedenti agli esami, escluse quelle festive e feriali non lavorative.

SIM CARABINIERI
Segreteria Nazionale

Rispondi