19 Giugno 2024
Comunicati RegionaliNews

Il SIM Carabinieri si conferma primo anche a Ragusa.

 

Chi si loda si sbroda“, così si dice, ma quando in maniera oggettiva un risultato è incontrovertibile e sotto gli occhi di tutti, c’è poco da sbrodolarsi.

Il SIM Carabinieri è il primo sindacato delle Forze Armate italiane, senza se e senza ma. Primo per nascita e primo per numeri poiché si avvia per i 7.000 iscritti. E la Sicilia, da sempre capofila, ha “sfornato” anche la segreteria provinciale a Ragusa.

Ieri sera, nella splendida cornice della cittadina ispicese, è stato nominato dai convenuti il segretario generale provinciale di Ragusa Nicola Giso, carabiniere nel ragusano da oltre un ventennio.

Tra i presenti il segretario nazionale Luigi Avveduto, nativo del luogo ed organizzatore dell’evento, il segretario nazionale Riccardo Monti, il segretario generale regionale Maurizio Mastrosimone, il segretario regionale aggiunto Vito Saulle nonché i segretari regionali Rosario Coledi e Vincenzo Tomaselli. Presente anche il segretario generale provinciale di Siracusa Marco Diacovo, il quale ha voluto portare il proprio in bocca al lupo al neo segretario “confinante” unitamente al segretario provinciale Salvo Coco.

Terminato l’incontro è stato portato il saluto del SIM Carabinieri ai colleghi dell’ Associazione Nazionale Carabinieri, i quali hanno concesso una visita ai locali, laddove è giunto anche il saluto della comunità ispicese attraverso il sindaco Innocenzo Leontini il quale, durante la visita della sede, ha narrato aneddoti che lo vedevano ragazzino all’interno dello stabile, dove un tempo era allocata la vecchia stazione carabinieri.

Per aver concesso una visita della sede dell’ A.N.C. è stato ringraziato il presidente della sezione, Vicebrigadiere Calabrese.

Che dire? Magnifica serata, magnifici colleghi e, soprattutto, discorsi dai quali è trasudato un grande amore per l’Arma dei Carabinieri da parte di tutti i presenti.

Tanti auguri al neo segretario Nicola Giso e …..forza SIM CARABINIERI

 

 

 

 

 

 

Rispondi