23 Luglio 2024
Comunicati Regionali

Sentenza del TAR del Friuli Venezia Giulia, una vittoria per la libertà di pensiero e la difesa dei Diritti Sindacali

Trieste – Con profonda soddisfazione, accogliamo la recente sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia che ha riconosciuto e ribadito con forza il diritto alla libertà di pensiero sancito dalla nostra Costituzione, a favore di un dirigente sindacale di un’altra APCSM. Questa decisione rappresenta una vittoria fondamentale per tutti coloro che, nel loro ruolo di sindacalisti, dedicano il loro impegno alla tutela della categoria che rappresentano. È un chiaro segnale che il diritto di esprimere liberamente le proprie opinioni e di difendere i diritti dei lavoratori è un dovere imprescindibile, non solo un diritto. Desideriamo esprimere il nostro più sincero supporto morale al collega sindacalista coinvolto, la cui dedizione e coraggio nel difendere la propria categoria meritano il massimo rispetto e riconoscimento. La sentenza del TAR rafforza la nostra convinzione che i problemi devono essere affrontati e risolti con trasparenza e determinazione, senza mai cercare di nascondere la polvere sotto al tappeto. In un momento storico in cui i diritti dei lavoratori sono spesso messi in discussione, questa sentenza sottolinea l’importanza della nostra missione sindacale e ci sprona a continuare a lottare con ancora più determinazione. La nostra azione sindacale deve rimanere vigile e proattiva, affinché ogni singola voce possa essere ascoltata e ogni problema possa essere affrontato con la dovuta attenzione. Rimaniamo fiduciosi che, con il supporto delle istituzioni e la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti, si possa continuare a costruire un ambiente di lavoro equo e rispettoso dei diritti di tutti i lavoratori.

La Segreteria Regionale SIM Carabinieri Friuli Venezia Giulia

Rispondi