15 Aprile 2024
EditorialiNews

Auguri Arma!

Ricorre oggi una data indelebile per la storia della nostra amata Istituzione. Il 13 luglio 1814, il Re Vittorio Emanuele istituì con le Regie Patenti l’atto costitutivo del Corpo dei Carabinieri Reali,
un Corpo di militari distinti per buona condotta e saggezza, chiamati Corpo dei carabinieri Reali (…) allo scopo di contribuire sempre più alla maggiore prosperità dello Stato, che non può essere disgiunta dalla protezione e difesa dei buoni e fedeli Sudditi nostri, e della punizione dei colpevoli“”
Una élite scelta tra i migliori dell’esercito Sardo-Piemontese, armati di carabina, disseminati in tutto il Regno che, annessione dopo annessione, andava unificandosi, stabilendovi le Stazioni Carabinieri, presidio di legalità, riferimento sicuro per il cittadino per la difesa della Patria, garanzia dell’ordine e della sicurezza pubblica, rispetto delle leggi. Uomini che con la lucerna ed i lunghi alamari argentati hanno accompagnato la costituzione del Regno prima, la neonata Repubblica poi ed oggi, come allora, uomini e donne che coniugano la peculiare duplice veste di militari e forza di polizia con lo stesso unico denominatore, rimasto invariato in 207 anni di storia: il servizio offerto, anzi donato ai fratelli italiani tutti. A volte non ci pensiamo, ma quotidianamente  redigiamo “l’ordine di servizio“, veniamo “impiegati di servizio“, e “prestiamo servizio” in molteplici specialità e reparti. E se non si chiama “lavoro” ma bensì servizio, ci sarà un significato! Lo stesso colto dalle innumerevoli vittime, cadute “in servizio” donando la loro vita per garantire il rispetto della legge e la sicurezza dei cittadini. Auguri quindi a tutti noi con un pensiero di gratitudine rivolto a tutti i fratelli italiani che in questi 207 anni, nonostante tutto, in noi hanno trovato sempre un punto di riferimento ed un porto sicuro e non hanno mai fatto venir meno il loro affetto. Auguri!

SIM CARABINIERI
Riproduzione riservata ©

Rispondi