14 Giugno 2024
Comunicati RegionaliNews

SIM Carabinieri Calabria: Fabio Riccio eletto consigliere regionale

ROMA – Nella giornata odierna, una delegazione della Segreteria Regionale SIM Calabria, composta dal Segretario Generale Regionale Giuseppe Grillo, dal Segretario Regionale Gaetano Cassata e dal neoeletto Consigliere Regionale Fabio Riccio, si è incontrata presso la Sede Nazionale del SIM Carabinieri con il Segretario Generale Nazionale Antonio Serpi e il Segretario Nazionale Antonio Aprile.

L’incontro è stato un momento di condivisione degli obiettivi che il SIM Carabinieri si prefigge di realizzare nel prossimo futuro. Il SIM Calabria, che ha raggiunto e superato il ragguardevole traguardo di 1300 iscritti, è sempre più strutturato e punto di riferimento dei Carabinieri che prestano servizio in questa Regione.

L’innesto di Fabio Riccio, fin da subito, ha portato grande entusiasmo alla corposa e qualificata squadra di dirigenti regionali e provinciale calabresi, grazie alla sua grande professionalità e disponibilità verso i colleghi. Riccio, che non ha trovato identità nella precedente sigla sindacale, ha condiviso in termini di sostanza il progetto del SIM Carabinieri, avendo valutato come in questa compagine si viva con grande spirito di mutuo soccorso e, soprattutto, con pieno e disinteressato impegno quotidiano nell’affrontare le varie problematiche che gli iscritti pongono ai referenti sindacali.

Ho accolto con estremo entusiasmo la proposta del SIM Carabinieri, verificando di persona le diverse finalità in riferimento agli obiettivi da perseguire, e con altrettanto interesse la proposta che mi è arrivata dai vertici nazionali e regionali del SIM Carabinieri e dal Segretario Generale Regionale Giuseppe Grillo” – esordisce così Fabio Riccio, appena transitato nel Sindacato militare maggiormente rappresentativo sul territorio nazionale.  “Questo è un compito molto arduo – ha aggiunto Riccio – perché ora si ha la responsabilità di entrare in una realtà sindacale che, solamente in Calabria, rappresenta e sostiene oltre 1300 colleghi aderenti alla nostra Associazione Sindacale”

Numeri importanti che impegnano la classe dirigente calabrese ad una grande responsabilità.
Le problematiche sono varie e molteplici e necessitano di approfondimenti, studio della materia, confronto con la Scala Gerarchica, per addivenire ad una soluzione,  che il più delle volte non può per motivi diversi essere esaustiva, ma che sia quantomeno quella migliore possibile.

SIM CARABINIERI
Segreteria Regionale Calabria

 

Rispondi