21 Luglio 2024
News

“Benessere del personale, questo sconosciuto” …

Questa Segreteria Regionale del SIM Carabinieri Lazio, causa la fortissima ondata di calore portata dall’anticiclone africano Caronte che da settimane interessa tutta la penisola, è stata investita da più parti, da problematiche alloggiative ad essa connesse, che qui rappresenta, così come sancito dalla recente legge sull’esercizio della libertà sindacale legge 28 aprile 2022, n. 46 art. 5 comma lettera f., per ogni aspetto che possa turbare/ledere il benessere del personale sotto ogni profilo.

Nello specifico si lamenta la situazione alloggiativa del Reparto Scorte Capitale, che riguarda centinaia di carabinieri di ogni ordine e grado ivi accasermati.

Le recenti circolari diramate dal Comando generale dell’Arma dei Carabinieri e la discendente dalla Legione Carabinieri “Lazio” Reparto Scorte e Sicurezza indirizzata ai preposti nell’Organizzazione Antinfortunistica di certo non lasciano spazio ad interpretazioni di sorta.

Al contempo però, non tengono conto in alcun modo di eventuali deficienze alloggiative, né vengono incontro al personale, proibendo categoricamente l’utilizzo di qualsivoglia elettrodomestico personale, che sia frigorifero, condizionatore portatile o ventilatore… non prevedendo alcuna deroga.

Tali disposizioni se da una parte salvaguardano la sicurezza delle infrastrutture non tengono conto delle condizioni di vita del personale, che a volte è chiamato ad operare in questi climi afosi anche per 12/15 ore al giorno, in servizi dinamici e statici,  con indosso l’arma di ordinanza che non spicca certo per leggerezza e possibilità di occultamento (altra problematica segnalataci)… e che al termine, guadagnata finalmente la propria camera, non riesce a chiudere occhio per il caldo e le zanzare, non riuscendo nemmeno a reperire una bevanda fresca, in quanto i distributori automatici presenti, non riescono a soddisfare la richiesta di tutti…

Questa segreteria si chiede altresì, come, lasciando il personale delle Scorte accasermato in tali condizioni, si possa poi pretendere che lo stesso svolga i compiti ad esso assegnati in maniera corretta ed impeccabile.

Il corretto riposo notturno è assolutamente indispensabile per assicurare il giusto recupero di energie psicofisiche e la necessaria prontezza in un contesto operativo delicato come il Servizio di Scorta;

Pertanto questa Segreteria restando a disposizione per ogni possibile collaborazione chiede che vengano quanto prima poste in essere soluzioni alle carenze alloggiative rappresentate.

La Segreteria Regionale del SIM Carabinieri Lazio.

Rispondi