Cerciello Rega: oggi il via al processo contro i due americani.

Roma – Inizia oggi, a sette mesi di distanza da quella tragica notte, davanti la Corte di assise di Roma, il processo a Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjort, i due americani in carcere a Regina Coeli per l’omicidio del vicebrigadiere dei Carabinieri Mario Cerciello Rega.
Oggi più che mai il SIM Carabinieri è vicino alla famiglia e alla giovane vedova di Mario che ” aveva dedicato la propria vita cristiana al servizio del prossimo e in particolare degli ultimi, un assassinio che non può e non deve restare impunito“. “La nostra storia di giovani sposi – prosegue la signora Rosa Maria – stroncata da mani criminali, ha commosso il mondo, ha scosso le coscienze e turbato la serenità delle tante persone umili,semplici, che sperano nella provvidenza come sperava l’amatissimo Mario, persone che debbono competere ogni giorno con una minoranza che tende ad avvelenare la società con efferati delitti. Con la morte di Mario è finita anche la mia famiglia, perché nella tomba sono finiti anche i nostri figli mai nati e tutti i nostri sogni, di modo che l’esistenza si è ridotta a vivere di ricordi e immaginare come sarebbe stato straordinario vivere insieme“. Nessuna condanna potrà restituire Mario ai suoi affetti ma confidiamo che la magistratura sappia discernere coscientemente e riconoscere il valore di un Carabiniere che ha donato i suoi anni più belli e la sua intera esistenza affinché quelle leggi venissero rispettate.

Margot Alessandra D'Andrea

Responsabile Ufficio Stampa SIM Carabinieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: