COMUNICATO STAMPA

 

Il nostro collega e fratello in armi, Pasquale Apicella, è andato avanti.
I lampeggianti accesi della sua livrea azzurra e bianca si sono spenti per sempre, mentre svolgeva il proprio lavoro con dedizione e bontà verso il prossimo, nell’impatto tremendo con, chi dell’illegalità, ha fatto uno stile di vita. Un servizio al termine del quale avrebbe dovuto riabbracciare i propri figli, cosa che non è avvenuta e non avverrà più.
Le nostre più sincere condoglianze vanno a tutti i colleghi della Polizia di Stato e alla famiglia di Pasquale Apicella, o Lino, come lo chiamavano parenti e amici, ma soprattutto ai due figli piccoli, che non potranno riabbracciare il proprio papà ed alla moglie, che da sola dovrà affrontare il dolore della sua assenza.

 

SIM CARABINIERI

Margot Alessandra D'Andrea

Responsabile Ufficio Stampa SIM Carabinieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: