ll futuro dei sindacati militari con il Conte bis

Roma – Come Sindacato Militare dei Carabinieri abbiamo assistito, quali spettatori silenti ed imparziali, all’evolversi della situazione politica di questi giorni. Abbiamo atteso con trepidazione di conoscere i programmi che un eventuale nuovo governo M5S-PD avrebbe presentato per la Nazione, certi che il lavoro iniziato dalla Ministra Trenta e dall’onorevole Corda per le associazioni sindacali militari, avrebbe avuto un seguito con un nuovo patto di governo.
Restiamo a dir poco basiti nel constatare che, tra i venti punti del loro programma, il 5S si siano preoccupati, giustamente, di pensare anche alla tutela degli animali e delle biodiversità, mentre non ci sembra di aver constatato abbiano fatto menzione della prosecuzione dei lavori per i sindacati militari. Siamo certi che, a questa dimenticanza, la nuova compagine di governo porrà la giusta attenzione, anche rispetto il passato, ponendo in atto tutte quelle azioni a principio della coesione delle Forze Armate. Si coglie l’occasione per augurare al nuovo Ministro della Difesa Lorenzo Guerini i migliori auguri per una futura e proficua permanenza in uno dei dicasteri più importanti.

SIM CARABINIERI

 

 

 

 

 

Margot Alessandra D'Andrea

Responsabile Ufficio Stampa SIM Carabinieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: