3 Marzo 2024
Comunicati RegionaliNews

Plauso e riconoscimento ai militari operanti del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli

NAPOLI – Nella serata del 27 novembre scorso, due militari del Nucleo Investigativo CC di Napoli, mentre si trovavano all’interno della Caserma “Pastrengo” udivano delle donne urlare aiuto.
Resisi conto che le grida provenivano da via Mario Morgantini, uscivano subito dalla Caserma e, giunti all’esterno,  notavano un gruppo di persone che stavano cercando di fermare un ignoto resosi responsabile di rapina ai danni di una ragazza.
Nella circostanza, alla ragazza di 23 anni, invalida, era stato sottratto sia il telefono cellulare che la carta di credito.
A questo punto i due militari si avvicinavano alla persona artefice del gesto ma quest’ultimo riusciva a darsi alla fuga.  I militari interessati iniziavano a rincorrerlo senza perderlo mai di vista e, durante il tragitto, altri due militari dello stesso Reparto, che si trovavano nei pressi, si univano a loro, riuscendo a raggiungerlo dopo circa 2 km di inseguimento, riuscendo quindi a catturarlo e a recuperare l’intera refurtiva, subito restituita alla giovane.
Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Napoli-Poggioreale.
Il comportamento dei singoli militari del Nucleo Investigativo CC di Napoli è stato d’iniziativa, senza sprezzo del pericolo.
Tutti i militari, indistintamente, hanno espresso compattezza e unitarietà d’intenti e lo spirito di corpo e di appartenenza palesati, hanno certamente contribuito alla cattura del rapinatore, dimostrando ai cittadini che l’Arma c’è sempre.
L’arresto, che ha avuto grande risalto mediatico dalle più importanti testate giornalistiche, ha ricevuto l’apprezzamento da parte tutti i cittadini presenti in quel momento e, in primis, dalla vittima.

SIM CARABINIERI
Segreteria Regionale Campania

Rispondi