23 Aprile 2024
Comunicati RegionaliNews

Comunicato SIM Carabinieri Lombardia

La pubblicazione n.29 “Norme per il servizio di vettovagliamento per il personale dell’Arma dei Carabinieri” sancisce che: << il personale dell’Arma deve essere messo nelle condizioni di fruire di un pasto completo, presso le strutture militari, in modo agevole e decoroso.>>.

Inoltre prosegue: <<Nei servizi di Ordine pubblico, tenendo conto delle loro peculiarità, deve essere assicurata la corretta e confortevole consumazione del vitto. Al riguardo, costituisce precipua responsabilità dei Comandanti Provinciali curare la predisposizione di ogni misura organizzativa tese a rendere possibile, sia ai militari dipendenti sia a quelli in rinforzo dell’organizzazione mobile impiegati nei servizi di ordine pubblico, la fruizione del trattamento alimentare in orario consono e in maniera confacente.>>

Sono giunte diverse segnalazioni a questa organizzazione sindacale relativa al servizio di mensa a gestione indiretta presso il Comando Provinciale di Monza, ove la mancanza di attenti e rigorosi controlli in merito al corretto ed alla regolare erogazione del servizio nelle dovute quantità, qualità e conformità al contratto di appalto da parte dell’impresa aggiudicatrice ha comportato inaccettabili disservizi.

Ultimo in ordine di tempo il vitto erogato al contingente del 3° RGT Lombardia impiegato in servizio di ordine pubblico per l’incontro di calcio Monza – Juventus del 02 dicembre u.s., il quale non rispettava standard minimi in termini di quantità e qualità, il tutto in condizioni igienico-sanitario inadeguate:

  • Pasti freddi, cotti male e non preparati al momento che davano l’impressione di essere avanzati dai servizi precedenti, peraltro in quantità inadeguate rispetto al numero dei commensali;
  • Stoviglie sporche;
  • Assenza di pane;
  • Inefficienza del bancone della distribuzione che non manteneva i cibi in temperatura.

Inaccettabile in tale occasione infine l’assenza presso la Mensa del RAM o di una figura di controllo, al quale potersi rapportare per poter nell’immediatezza trovare soluzioni utili a quanto riscontrato che non sembra essere frutto di un improvviso malfunzionamento.

In una situazione pertanto al momento insanabile il contingente ha ricevuto un’alimentazione inadeguata, priva del corretto bilanciamento calorico e diversificazione in macronutrienti e vitamine, al di fuori quindi da quanto stabilito dalla CREA sotto l’egida del Masaf (Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste) nelle “Linee guida per una sana alimentazione italiana”, con evidenti ed ingiustificabili ricadute sul servizio e sulla salute dei militari.

Questa organizzazione sindacale auspica nell’immediato futuro un maggiore rigore nei controlli sull’erogazione del servizio di vettovagliamento, al fine di assicurare la corretta e confortevole consumazione del vitto da parte di tutti i militari in servizio presso la sede del Comando Provinciale Monza ed, a maggior ragione, dei militari provenienti da sede esterna ed impiegati in servizi così gravosi.

 

SIM CARABINIERI
Segreteria Regionale Lombardia

 

Rispondi